Snals Emilia Romagna Sede Regionale Snals Emilia Romagna
Sede Regionale SNALS
 
   oggi è Venerdì 23 Ottobre 2020, 12:26, ci sono 4 utenti connessi
Visitatori: 1795868   
 
 
 Home
 News nazionali
 News regionali
 L'opinione del Segretario Regionale
 Organi statutari regionali
 Convocazioni degli organi statutari
 Orari di consulenza
 Link utili
 Contatti
 Le notizie dalle Province
 Segreteria regionale Confsal
 Login
News del 14/10/2020

Titolo: Legge 13 ottobre 2020 n 126

 

*    LEGGE 13 OTTOBRE 2020, N. 126: I PROVVEDIMENTI CHE RIGUARDANO LA SCUOLA

Il decreto-legge 14 agosto 2020, n. 104, recante misure urgenti per il sostegno e il rilancio dell’economia, è stato convertito in legge con votazione di fiducia alla Camera, senza emendamenti rispetto al testo approvato al Senato lo scorso 6 ottobre.

I decreti-legge 14 agosto 2020, n. 103, 8 settembre 2020, n. 111, e 11 settembre 2020, n. 117, sono abrogati.

La legge di conversione – legge  13 ottobre 2020, n. 126 - entra in vigore il 14 ottobre 2020,  il giorno successivo a quello della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale -Supplemento ordinario alla “Gazzetta Ufficiale„ n. 253 del 13 ottobre 2020 - Serie generale.

 

Scuola

 

1.   Lavoro agile e congedo straordinario per i genitori durante il periodo di quarantena obbligatoria del figlio convivente per contatti scolastici.

 

Il genitore lavoratore dipendente può svolgere il lavoro agile per tutto o parte del periodo corrispondente alla durata della quarantena del figlio convivente, minore di quattordici anni.

La quarantena dovrà  essere stata disposta dall’ASL a seguito di contatto verificatosi

·         all’interno del plesso scolastico,

·         nell’ambito dello svolgimento di attività sportive di base, attività motoria in strutture quali palestre, piscine, centri sportivi, circoli sportivi, sia pubblici che privati,

·         all’interno di strutture regolarmente frequentate per seguire lezioni musicali e linguistiche.

 

Se il lavoro non può essere svolto in modalità agile e comunque in alternativa a questa possibilità, il lavoratore può astenersi dal lavoro (congedo) per tutto o parte del periodo corrispondente alla durata della quarantena del figlio, minore di anni quattordici.

Per il periodo di congedo fruito è riconosciuta un’indennità pari al 50 per cento della retribuzione ed è coperto da contribuzione figurativa.

 

 

2.   Lavoratori fragili

 

Fino al 15 ottobre 2020,

per i  lavoratori dipendenti pubblici e privati in possesso di certificazione rilasciata dai competenti organi medico-legali, attestante una condizione di rischio derivante:

o    da immunodepressione ,

o    da esiti da patologie oncologiche ,

o    dallo svolgimento di relative terapie salvavita,

o    riconoscimento di disabilità con connotazione di gravità (art. 3, co. 3, della legge 5 febbraio 1992, n. 104),

il periodo di assenza dal servizio è equiparato al ricovero ospedaliero e non è computabile ai fini del periodo di comporto.

 

E’ prescritto dalle competenti autorità sanitarie, nonché dal medico di assistenza primaria che ha in carico il paziente, sulla base documentata del riconoscimento di disabilità o delle certificazioni dei competenti organi medico-legali, i cui riferimenti sono riportati, per le verifiche di competenza, nel medesimo certificato.

Non è possibile monetizzare le ferie non fruite a causa di assenze dal servizio di questa tipologia.

 

Dal 16 ottobre e fino al 31 dicembre 2020 questi   lavoratori fragili – se non dichiarati inidonei -  svolgono di norma la prestazione lavorativa in modalità agile, che è una delle  modalità ordinarie di svolgimento della prestazione lavorativa, anche:

ü  con una diversa mansione ricompresa nella medesima categoria o area di inquadramento, come definite dai contratti collettivi vigenti,

ü  con lo svolgimento di specifiche attività di formazione professionale anche da remoto.

 

 

3.   Docenti e ATA supplenti Covid

 

I docenti e gli ATA con incarico a tempo determinato in caso di sospensione delle attività didattiche in presenza a seguito dell’emergenza epidemiologica, svolgono il loro lavoro con le modalità del lavoro agile. Non saranno più licenziati per giusta causa e senza diritto ad alcun indennizzo.

 

 

4.   Giudizi alla scuola primaria

 

Dall’anno scolastico 2020/2021, la valutazione finale degli apprendimenti degli alunni delle classi della scuola primaria, per ciascuna delle discipline di studio è espressa attraverso un giudizio descrittivo riportato nel documento di valutazione e riferito a differenti livelli di apprendimento.

 

 

5.   Misure urgenti per garantire la funzionalità amministrativa delle istituzioni scolastiche (concorso DSGA e AA facenti funzioni)

 

Limitatamente all’anno scolastico 2020/2021 nelle regioni nelle quali le procedure del concorso pubblico non si sono concluse con l’approvazione della graduatoria di merito entro il 31 agosto 2020, le immissioni in ruolo dei vincitori sono effettuate a seguito dell’approvazione delle graduatorie di merito, purché entro il 31 dicembre 2020, nei limiti dei posti autorizzati per l’anno scolastico 2020/2021.

Gli effetti giuridici decorrono dall’inizio dell’anno scolastico, gli effetti economici dalla data della presa di servizio.

Dalla data della presa di servizio dei vincitori di concorso sono revocati le reggenze e gli eventuali provvedimenti di conferimento dell’incarico di direttore dei servizi generali e amministrativi (DSGA) agli assistenti amministrativi sui posti in cui assumeranno servizio i vincitori di concorso.

Restano confermati i contratti a tempo determinato comunque connessi o collegati alla sostituzione degli assistenti amministrativi facenti funzione di DSGA. a potenziamento dell’attività di segreteria delle istituzioni scolastiche.


 
Inizio pagina Torna indietro
 
© 2010 SNALS Sede Regionale Emilia Romagna- Tutti i diritti sono riservati.
La sede regionale dello SNALS non è collegata ai siti recensiti e non è responsabile del loro contenuto
Ottimizzato per Microsoft Internet Explorer 5.5 (800 x 600) - Webmaster