Snals Emilia Romagna Sede Regionale Snals Emilia Romagna
Sede Regionale SNALS
 
   oggi è Martedì 31 Marzo 2020, 14:29, ci sono 346 utenti connessi
Visitatori: 1740058   
 
 
 Home
 News nazionali
 News regionali
 L'opinione del Segretario Regionale
 Organi statutari regionali
 Convocazioni degli organi statutari
 Orari di consulenza
 Link utili
 Contatti
 Le notizie dalle Province
 Segreteria regionale Confsal
 Login
News regionale del 26/01/2012

Titolo: Are V°

Verbale dell’incontro del 26/01/12 sui temi riguardanti l’Area V° (Dirigenti scolastici.)
 
 
Presenti , per l’Amministrazione, la dott.ssa  Gianferrari ed il Direttore generale dott. Versari, si è discusso sul seguente  o.d.g.
 
1)Aggiornamento informativa sulle fasce di complessità per l’anno scol. 2011/12
2)Contrattazione regionale per la retribuzione di posizione e di risultato.
 
Debbo dire che , dopo gli opportuni approfondimenti, la riunione si è conclusa, positivamente, con la sottoscrizione del Contratto integrativo per la posizione ed il risultato.
Il Contratto, con le tabelle annesse , lo trovate in allegato ove potete leggere , pure, la tabella riferita alle  fasce di complessità che , nella loro dimensione qualitativa, non hanno subito modifiche rispetto all’anno passato.
Mentre rimando alla lettura diretta per quel che riguarda la specificità della materia, esplicito, di seguito, alcune problematiche sulle quali si sono assunte decisioni nuove o punti sui quali ritengo opportuno fissare la vostra attenzione..
1)      Si è ritenuto di non apportare più ( come avvenne l’anno passato) modifiche , a maggio, alle scuole in relazione al loro inserimento nelle fasce. Ciò era importante soprattutto per le scuole soggette a processi di razionalizzazione. Il problema è che, sulla  fascia attribuita a maggio, il direttore regionale faceva i contratti individuali a luglio: contratti che poi venivano di fatto  non rispettati, rispetto alla fascia, a settembre per le mutate condizioni effettive delle scuole. Ed allora il dirigente scolastico che sottoscriverà il contratto in estate, lo farà con una apposita dicitura che fa salva la possibilità di modifica della fascia  in corso d’anno ( a settembre per intenderci). Rimane il fatto che le fasce  , nell’anno scolastico, in genere, vengono contrattate e stabilite in gennaio (come nel nostro caso) per cui i dirigenti scolastici  verranno conguagliati rispetto alla nuova situazione. Alcuni dei presenti hanno rilevato che , in varie province, si è in arretrato in relazione ai dovuti pagamenti, in altre no. Abbiamo sollecitato il Direttore ad intervenire in quanto il mancato pagamento non dipende  da mancanza di fondi che il “Tesoro” ha inviato ma , dicono dagli Ust, dalla difficoltà delle pratiche. Rimane il fatto che, se in alcune province si procede celermente, non si vede il motivo per cui in altre si accampino motivazioni ritardanti.
2)      Resta il fatto, importante, che per il corrente anno scolastico( come potete leggere dalle tabelle confrontandole con quelle dell’anno passato), c’è un incremento sia della retribuzione di posizione che di risultato.  Avrete certamente letto, nella stampa nazionale, le proteste sindacali per la diminuzione dei fondi di cui si sta discutendo: fondi che non possono essere incrementati in quanto lo vietano le norme che ci hanno bloccato i Contratti per tre anni per cui la Ria non può essere utilizzata fino al 2014. Nella nostra Regione , pur confermando il non incremento dei fondi complessivi, si registra un aumento individuale in quanto sono in servizio pochi dirigenti rispetto agli organici. E’ il solito problema delle reggenze.
3)      Nel corrente anno scolastico, contando, a livello di complessità, anche i CTP, le nostre 556  scuole sono così suddivise:    210 in fascia A,  249 in fascia B,  85 in fascia C ,  12 in fascia D.
4)      Rispetto all’autoformazione dei Dirigenti scolastici (I 100 Euri pro capite per iniziative autogestite e ,  tra queste, potete inserire anche il nostro Convegno di Cesenatico) malgrado gli accordi  presi, non è stata ancora inviata alcuna comunicazione alle scuole. Abbiamo lamentato il ritardo e concordato che la comunicazione deve essere inviata entro e non oltre il 29 febbraio p.v..
5)      Si è sollevato il problema delle ferie per i dirigenti in procinto di abbandonare il servizio per pensionamento. Abbiamo chiesto che le ferie, se non fruite, possano essere retribuite. L’Amministrazione si è detta disponibile ma non con provvedimenti “erga omnes”, ma con decreti mirati alla richiesta del dirigente che deve dimostrare che, per gli impegni del proprio lavoro (vedi reggenze e quant’altro) non gli è possibile usufruire delle ferie entro agosto.
6)      Abbiamo poi chiesto notizie sulla razionalizzazione del sistema scolastico. Versari si è lamentato del fatto che la Regione ha autorizzato, nelle superiori, tanti indirizzi che, poi, non potranno essere mantenuti per carenza di iscrizioni. A suo modo di vedere, la Regione doveva governare il fenomeno indicando paletti precisi. Potrà, allora, accadere che molti ragazzi non potranno seguire gli indirizzi promessi per  il fatto che i medesimi non verranno attivati per scarso numero di iscritti scatenando il malcontento della popolazione.
7)      Per quel che riguarda l’accorpamento delle scuole medie e delle Direzioni didattiche, al momento attuale, si dovranno sopprimere, in Regione, solo 6 scuole. Quest’anno il fenomeno sarà ridotto perché, come sapete anche da mie precedenti comunicazioni, Comuni, Province e Regione hanno deciso di posticipare, di almeno un anno, i processi di accorpamento. Resta il fatto che le scuole, per così dire non a norma, non avranno Dirigente scolastico e DSGA.
8)      Sul Concorso a dirigente scolastico, l’Amministrazione non si è sbilanciata. Abbiamo chiesto che la Commissione  espliciti i criteri di correzione dei compiti ed indichi il progress dei lavori. Versari si è impegnato a richiedere alla Commissione l’esplicitazione dei criteri sui quali, ha avuto, per le vie brevi, l’adesione della Commissione che però, quanto al progress, preferisce indicare la quantità di compiti corretti ad una certa data piuttosto che elaborare e pubblicizzare un calendario complessivo. Vi riconfermo, ad ogni modo, come voci di corridoio ma attendibili, quanto comunicatovi una ventina di giorni fa.
 
E’ tutto.
 
Bologna 26/01/12
 
Il Segretario regionale
Gianfranco Samorì

 
Inizio pagina Torna indietro
 
© 2010 SNALS Sede Regionale Emilia Romagna- Tutti i diritti sono riservati.
La sede regionale dello SNALS non è collegata ai siti recensiti e non è responsabile del loro contenuto
Ottimizzato per Microsoft Internet Explorer 5.5 (800 x 600) - Webmaster